CRI Triangolo Lariano

Sostieni il nostro Comitato! Devolvici il tuo 5×1000!

Se produci un reddito puoi devolvere il tuo 5×1000 al nostro Comitato CRI!

Il 5×1000 non è altro che una parte delle imposte sul reddito che lo Stato Italiano devolve alle associazioni che hai indicato sul tuo 730 o modello unico! Per devolverlo alla nostra associazione basta indicare nella sezione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL’IRPEFF” il codice fiscale 03492920131 e apporre la tua firma! Facile no? Se non destini il tuo 5×1000 a nessuna associazione, questo rimarrà allo Stato, quindi perché sprecare l’occasione di sostenere la popolazione del tuo territorio senza gravare sulle tue entrate!

Destinandoci il tuo 5×1000 riusciremo ad implementare le attività che quotidianamente svolgiamo a supporto della comunità. Il tuo sostegno è importante per tutti!

A te non costa nulla, ma puoi fare la differenza per molti!

GRAZIE!

Raccolta alimentare COOP a sostegno della popolazione

Ormai è diventata una tradizione radicata per il nostro Comitato la raccolta alimentare a favore delle famiglie bisognose: sabato scorso è stata la volta della Coop a Mirabello di Cantù che ci ha aperto le porte e ci ha concesso uno spazio dove stoccare tanti sacchetti di viveri, donati dai generosi clienti del supermercato. Nel giro di tre ore abbiamo ricevuto circa 600 chilogrammi di merce, trasportata poi ad Asso per essere distribuita entro pochi giorni alle persone indigenti. Un eccellente risultato, ottenuto grazie alla buona volontà di coloro che hanno operato con entusiasmo e dedizione. Molto bello vedere giovani leve di CRI mettersi a disposizione per la riuscita dell’iniziativa, coordinata da Volontari di “vecchia” data che hanno dato il loro buon esempio: un sorriso di benevuto, un ringraziamento finale ai donatori sono sempre garanzia di riuscita. Il GRAZIE va proprio e soprattutto a coloro che hanno devoluto parte dei loro acquisti per altri meno fortunati, i quali spesso non riescono a garantire ai loro cari un normale pasto quotidiano, a causa dell’attuale momento di crisi economica e pandemica. Non dimentichiamoci neppure del gesto di solidarietà dimostrato dalla dirigenza e dal personale della Coop che ci ha riservato spazi e collaborazione. Finita un’attività, ci prepariamo per svolgerne di nuove, sempre al servizio degli altri, seguendo i princìpi e lo spirito della Croce Rossa.

Un’Emergenza Sociale nell’Emergenza Sanitaria

Questa galleria contiene 5 foto.

Dall’inizio della pandemia in corso, molti negozi si sono visti costretti a chiudere, lasciando senza lavoro molte persone. Questo ha portato ad un incremento della povertà e delle richieste di sostegno agli assistenti sociali per affrontare questo periodo di crisi.

Questa crisi sociale nella crisi sanitaria ci ha portato a richiedere il supporto dei cittadini, dapprima “arruolando” i Volontari Temporanei, tuttora attivi, poi chiedendo aiuto alla popolazione per aiutare i cittadini in difficoltà.

Durante questa seconda ondata del Covid19, abbiamo attivato nuovamente il servizio Spesa a Domicilio e Pronto farmaco con delle modalità leggermente differenti e su un territorio più vasto, andando a collaborare attivamente con tutte le realtà comunali del nostro Territorio. La richiesta del servizio va effettuata il lunedì e il venerdì dalle 9:00 alle 10:30 al numero dedicato 3311402009. La richiesta verrà presa in carico dai nostri volontari e portata a termine la giornata seguente.

Il Carrello Sospeso presso il Centro Commerciale I Laghi di Erba non è mai stato vuoto, grazie alla generosità quotidiana dei cittadini, che donando anche solo un pacco di pasta o del riso ci permettono di frontegiare le emergenze quotidiane di persone che sono rimaste senza cibo.

Oggi i nostri volontari sono stati impegnati in una raccolta alimentare straordinaria presso la Coop di Cantù per raccogliere cibo e beni di prima necessità che verranno distribuiti la prossima settimana alla popolazione.

Infine, il nostro Comitato ha aderito alla campagna L’Albero Solidale, per regalare un sorriso ad un bambino il giorno di Natale. Il progetto consiste nel raccogliere giocattoli nuovi da donare ai bambini fino ai 10 anni di età delle famiglie con grosse difficoltà economiche, che senza l’aiuto della popolazione non potrebbero avere nessun dono sotto l’albero. Il regalo può essere consegnato presso la nostra Sede ad Asso, in Via Matteotti 66, presso il negozio Selene di Erba oppure presso l’ufficio Servizi alla Persona di Albavilla, in piazza Roma 1. Il progetto è attivo da oggi, 5 dicembre fino al 20. Di seguito gli orari di raccolta:

_ Sede CRI di Asso: da lunedì a venerdì 16:30-18:00; sabato e domenica 9:00-19:00

_ Servizi alla Persona di Albavilla: lunedì 8:30-13:00, mercoledì 15:00-18:00

_Selene città negozio secondo gli orari di apertura

Per ulteriori informazioni sul progetto Albero Solidale puoi contattarci tramite i nostri canali social (Facebook ed Instagram) mandando una mail a triangololariano.sociale@lombardia.cri.it oppure chiamando il numero 031670777 negli orari di raccolta dei doni presso la nostra Sede CRI.

Vogliamo ringraziare tutti i benefattori, che regalano un po’ del proprio al prossimo e a tutti i nostri volontari che sono sempre all’opera per aiutare chi ha bisogno ed è in difficoltà, con instancabile entusiasmo ed il sorriso anche nei momenti più difficili.

Il messaggio del nostro presidente per la prossima Amministrazione Comunale

In vista delle elezioni comunali di Asso, paese che ci ospita, il nostro Presidente ha voluto lanciare un messaggio che si può riassumere in una parola sola: COLLABORAZIONE. Ecco il messaggio:


È in corso la campagna elettorale per scegliere il prossimo Sindaco di Asso.
Anche a nome dei Volontari del Comitato che presiedo, auguro ai Candidati una sana e corretta competizione, sapendo che tutti opereranno per il bene dei cittadini e per la crescita sociale, economica e culturale della Comunità Assese.
Al Candidato che verrà eletto garantisco che, da parte nostra, ci sarà sempre una fattiva e proficua collaborazione, scegliendo di comune accordo progetti, attività e strategie utili a migliorare il benessere della collettività.


Stefano Granata
Presidente
Croce Rossa Italiana
Comitato di Triangolo Lariano

ll 22 gennaio 2021 il Trattato sul divieto delle armi nucleari entrerà in vigore e diventerà vincolante Diritto Internazionale.

Il 2020 potrà essere ricordato non solo come anno del COVID, ma anche come anno della svolta rispetto alla delicata questione delle armi nucleari. Nel mondo ci sono più di 13.800 testate nucleari, il 7 luglio 2017 è stato approvato il Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari: il primo trattato che rende illegali l’uso, la minaccia, il possesso e lo stazionamento di armi nucleari.

Il 26 settembre 2020 si è celebrata la Giornata internazionale per l’eliminazione delle armi nucleari.durante la cerimonia annuale di ratifica al “Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari” si sono raggiunte le 50 adesioni necessarie a far scattare il countdown di 90 giorni per la sua entrata in vigore.

 Il Trattato, giuridicamente vincolante per i Paesi aderenti, proibisce la sperimentazione, la produzione, lo stoccaggio, l’uso e la minaccia di utilizzo di armi nucleari.

Ci sono più di 13.800 testate nucleari nel mondo, migliaia delle quali sono pronte ad essere sganciate. Il potere di molte testate è decine di volte superiore a quelle lanciate su Nagasaki e Hiroshima. L’orrore di una detonazione nucleare può sembrare un qualcosa di lontano. Tuttavia, oggi più che mai, il rischio di un loro utilizzo è elevato. Le conseguenze, oltre alla perdita di un numero sconcertante di vite umane, sarebbero devastanti: malattie da radiazioni, declino della produzione alimentare, distruzione e contaminazione su scala mondiale. Risulterebbe insufficiente qualsiasi tipo di risposta umanitaria. Nessuna nazione è pronta ad affrontare uno scontro nucleare, né dovrebbe mai esserlo.

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa è da sempre impegnato affinché il trattato venga adottato dal maggior numero di paesi. «Nuclear Experience – Croce Rossa Italiana per il disarmo nucleare» è la campagna della CRI per sensibilizzare le persone sul tema delle armi nucleari. La CRI ha deciso di assumere un impegno diretto affinché l’Italia colga questa opportunità storica per cancellare la grande minaccia del passato e ridisegnare il futuro dell’Umanità.